• alt-icon
  • alt-icon
  • alt-icon
  • alt-icon
  • Determinazione nelle sfide difficili.

    Rivenditore autorizzato Apple dal 1986, concessionario Xerox, Adobe Partner, Punto Microsoft, Business Partner HP, Partner Fujitsu Siemens

  • Equilibrio

    Un punto di riferimento anche per i clienti più esigenti.

  • Velocità

    Un punto di forza nell'assistenza.

  • Vision

    Ti aiutiamo a vedere il lavoro da una prospettiva migliore.

Servizio di manutenzione ZEROZEROTONER

ZeroZeroToner è un insieme di servizi perfettamente integrati ed espressamente progettati per tutti i consumabili (toner, cartucce, nastri, tamburi, ecc.. ), per permettere a Professionisti, Aziende ed Enti pubblici di ottimizzare le rispettive attività di stampa, di rispettare l’ambiente e di scaricare ogni responsabilità nella gestione di questi rifiuti.

Differenza tra Zerozerotoner e il metodo tradizionale con FIR (Formulario Identificativo del Rifiuto)

QUI è possibile scaricare un breve PDF riepilogativo.

zerozerotoner

ZeroZeroToner: è un servizio di manutenzione, NON uno smaltimento, con i vantaggi che vediamo di seguito.

Metodo FIR: tutto quello che non è ZeroZeroToner.

Entrambi consentono all’Utente di assolvere ai suoi obblighi.

Entrambi forniscono all’Utente il documento comprovante lo smaltimento (il FIR oppure il contratto di abbonamento ZeroZeroToner, entrambi riconosciuti legalmente).

Ma:

Il metodo ZeroZeroToner azzera TUTTA la burocrazia e MANLEVA l’Utente dalla responsabilità giuridica dell’intero processo (documentazione e smaltimento).

Il metodo FIR lascia tutto in carico all’Utente.

Come spesso accade le aziende di smaltimento affermano che sarà compilato il FIR come documento attestante il corretto smaltimento.

Questo è sufficiente per l’azienda di smaltimento ma non è sufficiente per l’Utente, il quale deve provvedere a quanto descritto di seguito; fermarsi alla sola sottoscrizione del FIR lo pone in uno stato di non conformità alle norme giuridiche, quindi sanzionabile.

  • Differenze tra metodo FIR e metodo Zerozerotoner:
  • Gestione FIR (Formulario Identificativo del Rifiuto):

Obbligatorio, a carico dell’Utente

Solitamente è compilato dall’azienda di smaltimento e controfirmato dall’Utente che così facendo assume la responsabilità di quanto indicato nel FIR.

Vanno indicati i corretti codici CER che identificano il rifiuto.

Al conferimento dei rifiuti alla società di smaltimento l'Utente deve ricevere la Prima copia del FIR.

Entro 90 gg DEVE ricevere la Quarta copia del FIR, che attesta lo smaltimento avvenuto.

Con Zerozerotoner: a carico di Berg Phi

  • Analisi chimica del rifiuto:

Obbligatorio, a carico dell’Utente

L’analisi chimica del rifiuto è indispensabile per determinare la pericolosità o meno del rifiuto (che sarà riportata nel FIR).

L’analisi chimica del rifiuto è obbligatoria e non facoltativa, va eseguita ed è a carico dell’Utente.

Ha validità 6 mesi e poiché lo smaltimento va fatto per legge almeno 1 volta l’anno è da prevedere che siano fatte 2 analisi all’anno.

P.S.: Al legislatore non interessa sapere che il toner nuovo non è pericoloso; dal punto di vista giuridico la cartuccia subisce una lavorazione, si consuma e diventa rifiuto; è la pericolosità di questo rifiuto che interessa al legislatore; ecco perché le analisi sono obbligatorie.

Con Zerozerotoner: a carico di Berg Phi

  • Tenuta dei Registri di Carico e Scarico:

Obbligatorio, a carico dell’Utente

L’Utente è obbligato alla tenuta dei registri di cario e scarico dei rifiuti.

Entro Aprile di ogni anno il registro va vidimato alla Camera di Commercio.

Con Zerozerotoner: a carico di Berg Phi

  • Compilazione del MUD:

A carico dell’Utente

A seconda della configurazione della propria azienda l’Utente deve verificare se sia tenuto alla compilazione del MUD (Modello Unico di Dichiarazione ambientale):

Con Zerozerotoner: a carico di Berg Phi

  • Conservazione della documentazione:

Obbligatorio, a carico dell’Utente

La conservazione di tutta la documentazione deve essere garantita dall’Utente per 5 anni.

Con Zerozerotoner: a carico di Berg Phi

  • Periodicità:

Obbligatorio, a carico dell’Utente

La legge obbliga l’Utente a gestire i propri rifiuti almeno una volta l’anno.

Con Zerozerotoner: a carico di Berg Phi

  • Responsabilità giuridica:

A carico dell’Utente

L’Utente è considerato giuridicamente responsabile di TUTTE le attività e documenti di cui sopra.

Qualsiasi inesattezza/inadempimento/vizio ricade sotto la responsabilità civile e penale dell’Amministratore dell’Azienda.

Con Zerozerotoner: a carico di Berg Phi

Conclusioni:

Il cliente ZeroZeroToner non si occupa della burocrazia e della documentazione.

I moduli, le analisi chimiche, l’applicazione dei codici CER, etc…etc…etc… sono a carico di  BERG PHI, e la responsabilità È DI BERG PHI. SEMPRE. L’utente sottoscrive solo un abbonamento. Nient’altro.

Burocrazia: nessuna.

Responsabilità giuridica: nessuna.

 

 

Quando i nostri migliori clienti richiedono efficienza, qualità e, perché no, anche risparmio e sostenibilità, noi di Magnetic Media Busto Arsizio Srl ci siamo sempre…

colorbox

E’ il caso dell’implementazione della soluzione professionale Binuscan ColorBox nel flusso di lavoro del Gruppo ARO SpA, industria leader nella produzione di etichette ad altissima qualità.

binuscanoperatoreL’adozione del CMS Server Binuscan nel reparto di prestampa ha permesso di automatizzare le gestione del colore in azienda consentendo di riprodurre fedelmente i colori di quadricromia e le tinte piatte dei file PDF su tutti i macchinari di stampa e le periferiche presenti nei reparti produttivi;

gli strepitosi algoritmi proprietari della soluzione Binuscan ottimizzano lo spazio colore/gamut dei vari output permettendo di massimizzare la resa visiva delle immagini, in maniera uniforme su ogni tipo di supporto e con un considerevole risparmio di inchiostro.

L’approccio del nostro consulente commerciale verso il cliente è semplicemente iniziato con la promessa (poi mantenuta) di far ottenere un importante risparmio d’inchiostro e di tempo/uomo, ma dopo pochissimo tempo la direzione del discorso si è spostata su aspetti ancora più importanti quali l’automatizzazione e ottimizzazione della stampa, sulla possibilità di produrre in conformità agli standard ISO di settore, sulla semplicità di linearizzazione, calibrazione, ripetibilità … praticamente tutto quanto i grandi professionisti della stampa hanno piacere di ascoltare…

stampa aro

Se avete piacere di approfondire, qui di seguito troverete l’articolo apparso nel numero di Settembre 2018 di Italia Publishers con l’intervista ad Alberto Quaglia, direttore generale del Gruppo Aro SpA che ci permette di “entrare” nella sua prestigiosa azienda e ci illustra i motivi dell’adozione, tramite Magnetic Media Busto Arsizio Srl, della soluzione Binuscan ColorBOX da lui considerata “un grande vantaggio tecnologico”

Leggi l'articolo su Italia Publishers:

aropublisher

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Maggiori Informazioni Ok